Pagine

mercoledì 31 dicembre 2008

Auguri per l'anno che arriva


Abbiamo ricevuto questi augri da Serena Vigoriti e vogliamo condividerli con voi tutti: una meravigliosa Preghiera Arcobaleno per l'anno che arriva.
Grazie Serena per i tuoi auguri!


Serenità
.
E' questo il colore dei miei auguri per il nuovo anno.
Con le scintille di una stelluccia conservata e accesa per la piccola Elide saluteremo l'anno appena passato accogliendo con un sospiro ricolmo di speranza il nuovo.

Simbolicamente, mi viene voglia di regalare a ognuno di noi una tavolozza che accanto al rosso intenso dell'amore più prezioso ci offra la vivacità cordiale dell'azzurro senza nuvole, la follia irriverente del giallo, le tenui tinte del rosa incipriato per la festa e la brillantezza di quel verde profondo come la speranza. Ma anche il bianco per attenuare qualche tinta troppo accesa e il nero per non dimenticare che anche i colori a volte nascondono il silenzio di un dolore.

La serenità non so quale sfumatura abbia, ma che ognuno trovi la sua in questa tavolozza variopinta e la condivida con chi può.
In fondo la tela su cui dipingiamo è la stessa.
Auguri a tutti per il nuovo anno.

Con una stelluccia accesa.
Serena

mercoledì 17 dicembre 2008

Gli Intrecci Zen : scarabocchiare con poesia


“L’arte in Thè”
Laboratori di libera espressione creativa, in tisaneria.

Lunedì 29 dicembre 2008 ore 16.00 -18.00
Venerdì 2 gennaio 2009 ore 16,00 – 18,00

Tisaneria “Pietra Viva” Via Fiorentini, 48/50 –

Sasso Barisano – Matera

GLI INTRECCI ZEN
Scarabocchiare con poesia


Conduce: Tina Festa - www.tinafesta.wordpress.com
per chi: adulti
Partecipanti: min. 12 - max 15

Iscrizioni: €. 10,00 a persona a lezione, thè compreso.
presso LOE - Bottega del Commercio Equo
p.zza San Francesco, 7 – Matera - Tel: 0835333730

Iniziativa a supporto della:
Ass. Loe - Bottega del Commercio Equo
P.zza San Francesco – Matera



Lo scarabocchio è la traccia lasciata sulla carta con un gesto semplice e spontaneo e spesso è considerato un lavoro malfatto. Si pensa che scarabocchiare sia utile soprattutto ai bambini perché lo scarabocchio è la “traduzione grafica” del loro stato emotivo e che quelli fatti dagli adulti non siano una vera forma d’arte.
Di recente lo scarabocchio è riconosciuto come un nuovo linguaggio espressivo: i segni lasciati da un’attività fatta sia da casualità che intenzionalità, e realizzati con stupore, divertimento e curiosità, aiutano a rilassarsi, ad esplorare le proprie capacità e costituiscono una nuova modalità espressiva che aiuta a pensare con creatività, sbloccare la mente e far affiorare nuove idee. Nello scarabocchio sono compresi la scrittura, il disegno, il gesto e l'emozione del fare. Tale attività permette anche la meditazione e l’introspezione.Il laboratorio che si propone ha l’obiettivo di introdurre nuove tecniche che permetteranno a tutti di creare piccole opere d’arte scarabocchiando e sorseggiando un thè.

Cosa faremo nelle due lezioni: realizzeremo gli Intrecci Zen (o Zentangle) cioè creeremo degli “scarabocchi” usando una tecnica molto diffusa all’estero. Gli Intrecci Zen sono una nuova ed affascinante forma d’arte che, e una volta appresa, può essere continuata e sperimentata personalmente da ognuno. Le due lezioni offriranno diverse varianti collegate alla tecnica principale pertanto è possibile frequentare anche uno solo dei corsi. Durante la lezione sarà offerto un thè del commercio equo a tutti i partecipanti.


Maggiori informazioni su: http://www.tinafesta.wordpress.com/

mercoledì 10 dicembre 2008

Auguri a tutti per un "mostruoso" Natale e 2009

Augurissimi!!!!

Auguriamo a tutti voi che ci fate visita

un Natale e Nuovo Anno

mostruosamente MERAVIGLIOSI!

Ass. Culturale Genius Loci - Matera

martedì 9 dicembre 2008

Anche noi sosteniamo la CULTURA POPOLARE

IO SOSTENGO
LA CULTURA POPOLARE
Venerdì 12 dicembre 2008 - Matera
Migliaia di persone, che sono alla base di una rinata volontà, scelgono di sostenere la salvaguardia delle proprie identità e della cultura che la esprime.

La Casa Grotta del Casalnuovo di Matera aderisce alla Giornata Nazionale della Rete Italiana di Cultura Popolare del 12 Dicembre 2008



Approfondimento:

LA GIORNATA NAZIONALE DELLA RETE DELLA CULTURA POPOLARE

Il Dipartimento di Scienze Storiche, Linguistiche e Antropologiche e gli Insegnamenti DEA dei CdL in Operatore dei Beni Culturali e Scienze della Formazione Primaria dell’Università della Basilicata, la Società Italiana per la Museografia e i Beni Demoetnoantropologici (SIMBDEA), l’Associazione studentesca “Gli Argonauti”, con la collaborazione della Soprintendenza per i BSAE della Basilicata, la Libreria dell’Arco e i Musei etnografici nei Sassi animeranno la giornata con iniziative che si collegheranno idealmente alla miriade di manfestazioni analoghe distribuite nell’intera penisola italiana nelle giornate a cavallo del 13 dicembre.
Il 13 dicembre infatti, per il secondo anno, diventa riferimento della luce di tutte le fiaccole accese in onore di Santa Lucia, martire che, pur priva di occhi, possiede il dono della vista e lo concede anche a chi virtualmente non è in grado di oltrepassare la propria ristretta visuale, luci che la Rete Italiana di Cultura Popolare vuole far splendere simbolicamente e simultaneamente anche all’interno delle realtà territoriali più circoscritte.

Rete Italiana di Cultura Popolare
Migliaia di persone, che sono alla base di una rinata volontà,
scelgono di sostenere la salvaguardia delle proprie identità e della cultura che la esprime.

I beni immateriali sono espressione della cultura delle classi popolari, trasmessi nel tempo attraverso il passaggio orale o performativo. La mancanza di una documentazione scritta fa sì che la loro diffusione e perpetuazione, venga affidata alle occasioni che le feste, i riti e le manifestazioni rappresentano.

Programma 12 dicembre:
h. 10.00
Università degli Studi di Basilicata, sede di S. Rocco – Aula “P. Sassu”
Seminario di studio: Musei demoetnoantropologici lucani in rete

Interventi:
Francesco Panarelli (Direttore DISSLA)
Ferdinando Mirizzi (Docente di Discipline DEA)
Antonella Iacovino (Assegnista di ricerca)

Con la partecipazione dei collezionisti e degli operatori dei musei etnografici lucani

h. 15.00 Piazza San Rocco Visioni, racconti, scritture, suoni, assaggi. Itinerario tra collezioni e musei etnografici nei Sassi
h. 15.05 Micro-museo “Rodolfo Giampietro” Visita guidata
h. 15.30Museo-laboratorio della Civiltà Contadina e dei Mestieri Scomparsi Storie di oggetti e musei
h. 16.30 Casa grotta di Vico Solitario: racconti di Fiabe
h. 17.15 Casa grotta del Casalnuovo: Il sapere della terracotta: generazioni di costruttori di fischietti a confronto. Saranno presenti gli artigiani costruttori di fischietti in terracotta: Tommaso Niglio - Festa Nicola e Piero Colapietro.
h. 18.00 Museo d'Arte Medioevale e Moderna Palazzo Lanfranchi: Visita guidata alla sezione demoetnoantropologica e alle sculture di Rocco Molinari a cura della dott.ssa Domenica Di Rocco
h. 18.45 Museo del Vino "Cantina Gennarone": Vini e vignaiuoli a Matera
h. 19.30 Casa Grotta del Barisano Suoni di zampogne
h. 15.00 – 19.00 Book Shop Palazzo Lanfranchi: Mostra del libro antropologico a cura della Libreria dell’Arco

Fai un Tour virtuale nella casa Grotta del Casalnuovo

domenica 23 novembre 2008

Ceramica Sonora in mostra - Spazio Nibe - Milano


"FISCHIA CHE TI PASSA"
La Ceramica Sonora in mostra
presso lo Spazio Nibe a Milano


Pubblichiamo con piacere la seguente informazione che ci giunge dalla segreteria dello Spazio Nibe

Lo Spazio NIBE inaugura la mostra :“Fischia che ti passa”- Ceramiche sonore

Lo Spazio NIBE, galleria attenta al mondo della ceramica contemporanea, nel periodo che precede il Natale espone una rassegna di ceramiche sonore. Si tratta di fischietti, oggetti creati da artisti molto diversi tra di loro, ma aventi tutti un forte significato ludico. Sono ceramiche non solo da ammirare o da utilizzare per la loro funzione utilitaria, ma con le quali si può ammiccare, ironizzare, sognare, evocare, ricordare, suonare…quindi giocare.
Gli strumenti musicali in terracotta, e in particolare i fischietti, hanno origini molto antiche. Si trovano nei musei di arte popolare di tutto il mondo poiché nascono dall’esigenza dell’uomo di creare dei suoni e poiché l’argilla, materiale con il quale sono costruiti, si trova in tutti i territori abitati dall’uomo. Molti sono i ruoli che questi oggetti hanno assunto nel corso dei secoli: giochi per bambini, strumenti musicali, doni beneauguranti, scaramantici, con connotazioni satiriche e diversissimo è l’aspetto: forme animali, vegetali o umane, molto semplici o estremamente elaborate. Gli artisti più attenti all’arte popolare si sono cimentati nella creazione di fischietti e li hanno collezionati. A Palma di Maiorca, al Museo Mirò, si possono ammirare quelli tipici della zona collezionati dall’artista. Oggetti simili vengono tutt’oggi prodotti nell’isola. In Italia la tradizione del fischietto è molto diffusa e si mantiene particolarmente vivace in alcune zone del Veneto, della Basilicata e della Puglia. In questa esposizione sono stati selezionati alcuni artisti che operano con modalità assai differenti. Si è voluto offrire uno spaccato significativo delle diverse tendenze, per dare agli spettatori la possibilità di riconoscere la poetica di affermati ceramisti che si sono cimentati nella creazione di ceramiche sonore. Ecco gli artisti in mostra:


Riccardo Biavati e La Bottega delle Stelle
Marco Brunetti
Federico Bonaldi
Mariano Fuga
Luciano Landi
Bruno Maggio
Francesco Mitarotonda
Tommaso Niglio
Diego Poloniato
Vania Sartori
Sara Strammiello

Luogo Spazio NIBE, Via Camillo Hajech 4 - 20129 Milano
Inaugurazione Martedì 2 dicembre 2008 - ore 18.00
Durata della mostra dal 2 dicembre al 23 dicembre 2008
Orario da lunedì a venerdì: 15/19,30 - sabato :10/13 – 15/19.30
Informazioni Segreteria Spazio NIBE tel.: 02 740676 - 02 710621


martedì 11 novembre 2008

I laboratori della Mediateca di Matera


I LABORATORI DELLA MEDIATECA


Finalmente a Matera uno spazio/laboratorio dove sarà possibile dare libero sfogo alla propria fantasia, creatività e al talento nascosto in ognuno di noi!
Tantissime le proposte della Mediateca e tra le tante non mancano quelle di Ceramica e di Arteterapia condotte rispettivamente da Maria Bruna Festa e Tina Festa (Ass. Culturale Genius Loci)

Cerca il laboratorio che fa per te su http://laboratori.mediatecamatera.it/ e rivolgiti per info e iscrizioni presso la Mediateca Provinciale di Matera in P.zza Vittorio Veneto.

"Terminano il 22 novembre le iscrizioni per poter partecipare ai numerosi laboratori artistici e di apprendimento organizzati dalla Mediateca Provinciale. Ogni corso si avvale di un tutor che porta la sua esperienza ai partecipanti di tutte le età: dai giovanissimi fino ai più grandi per dare loro la possibilità di esprimersi in attività diversificate. Si può scegliere tra il corso di découpage,ceramica, pittura, cartapesta, biglietti d'auguri e creazioni di collane e orecchini. Tutti i laboratori sono finalizzati alla conoscenza dell'attività con l'utilizzo dei più diversi materiali per la creazione di oggetti nuovi ed originali. Ad esempio il découpage, risalente agli artigiani veneziani, è un'arte ornamentale che serve a decorare, con ritagli di carte speciali, complementi d'arredo e oggetti di qualsiasi materiale: ferro, legno, alluminio, ceramica. Durante il corso di cartapesta i partecipanti apprenderanno le tecniche di utilizzo di questo materiale tanto versatile quanto resistente. Interessante è il laboratorio di arteterapia "la fioritura del sè attraverso l'arte" il cui focus più che sul prodotto artistico finale, è sul processo creativo in sé. Ciò che è importante è soprattutto l’esprimersi, il creare per raggiungere l’ “intima fioritura” che preluda ad una serenità in grado di ripristinare l’armonia nelle relazioni con gli altri e con il mondo. A completare tutti questi percorsi creativi saranno attivi anche i corsi di informatica e lingua inglese."
(fonte: newsletter di artepress.it)

giovedì 23 ottobre 2008

Sostieni la bottega del commercio equo e solidale con la "festa del raccolto.


Già in un precedente post ho parlato delle difficoltà che la bottega del mondo presente a Matera sta attraversando. Luigi Pirelli mi informa di un nuovo evento per sostenerla. Ecco qui di seguito la mail che posto integralmenet: Spero che i materani siano presenti numerosi il 26 ottobre: vi è un modo di fare acquisti che, più di altri, concorre a rendere questo mondo migliore!
Tina Festa


L' Associazione Loe e Bottega del Mondo del commercio Equo e Solidale ti invitano a:

Lancio della Campagna

SOSTIENI LA BOTTEGA

"Festa del raccolto" del Microcredito per un idea su Matera

Domenica 26 Ottobre 2008, dalle 19:00
P.zza San Francesco 7, Matera


:::Programma
dalle 19:00 alle 22:30 - Aperitivo di Taralli e Vino della comune Urupia
ore 20:00 - Presentazione del progetto SOSTIENI LA BOTTEGA:
Microcredito per una idea su Matera
ore 20:30 - "Festa del raccolto" delle prime quote di Microcredito

:::Info
Bottega: P.zza San Francesco 7 - Matera
Tel: 0835-333730
Vieni a trovarci: dal Lunedi' al Sabato
10:00/13:00 - 17:00/20:30


LETTERA APERTA per una Idea su Matera

Cari amici e amiche, consum-attori e consum-attrici, attenti ad acquistare beni e servizi alternativi alla pressante offerta che il sistema delle multinazionali subdolamente ci impone.

Ci rivolgiamo a voi che volete diventare attori delle vostre scelte e di un possibile cambiamento. Vi e ci ricordiamo con soddisfazione, che la bottega del mondo di Matera, ormai da undici anni, svolge un ruolo attivo nelle politiche sociali di questa città, occupandosi prevalentemente di tematiche legate al consumo critico e solidarietà.
Grazie al lavoro e l’impegno concreto di un pugno di testardi “sognatori”, come a qualcuno piace definirsi, la Bottega e' diventata un punto di riferimento per viandanti, amici o persone che semplicemente ritengono, nonostante le cronache di questi giorni, che la solidarietà rappresenti ancora un valore.

La Bottega, e tutti i luoghi come la bottega, li riteniamo necessari perché nascano nuovi sogni dal semplice incontrarsi o dal semplice desiderio di cercare di cambiare quel che non ci va, quello che stona, quello che ci amareggia. Il piacere di sentirsi insieme ad altri ed altre, da cui ricevere aiuto e dare aiuto. Il piacere del sicuro porto di mare da cui salpare con un nuovo bagaglio di amicizie.
Pensiamo che la bottega sia uno strumento, un trampolino per creare qualcosa di più coinvolgente, più aperto, che riesca a far risuonare le tante creatività che si esprimono qui a Matera.

Proprio in questo momento caratterizzato da forti tensioni sociali ed economiche, riteniamo opportuno fermarsi a riflettere sul commercio equo in generale, e sul ruolo sin qui svolto dalla “nostra bottega del mondo”. La Bottega, attraverso la vendita di prodotti e cibi provenienti dal sud del mondo, ha contribuito da sempre a garantire condizioni più dignitose ai produttori e ai lavoratori di questi paesi, a differenza delle condizioni offerte dalle multinazionali.

Vorremmo che le botteghe del mondo diventassero volano di sviluppo sostenibile anche per realtà critiche come la nostra, che sempre al sud si trova. Vorremmo che il volontariato rimanesse impegno civile di molti e non occasioni di lavoro mancato per quei pochi che nonostante tutto prestano i loro impegno.

Perché la bottega di Matera continui ad essere un presidio importante per questa città, e per garantire condizioni di lavoro dignitose anche ai “bottegai”, ultimo anello, ma non meno importante del commercio Equo, ti chiediamo di sostenere i nostri progetti.
Te lo chiediamo nel modo che pensiamo essere il più equo e sostenibile per tutti; non chiediamo contributi a fondo perduto,
ma una forma di microcredito fondata sull’anticipo in denaro dei tuoi prossimi acquisti, visto l’approssimarsi delle feste natalizie.

Puoi sostenere la Bottega del Mondo:
- Anticipando una quota dei tuoi prossimi acquisti (un anticipo al consumo critico)
- Mettendo a disposizione il tuo tempo e la tua energia nella gestione della
- Bottega del Mondo e nei suoi progetti
- Mettendo in campo le tue proposte e le tue idee creative

Questo è l’aiuto che ti chiediamo e chiediamo a noi, manipolo di sognatori e sognatrici.
Per aderire, partecipare, proporre, creare assieme a noi ti invitiamo il 26 Ottobre presso la Bottega in Piazza San Francesco dalle ore 19:00 per vederci, sentirci, incontrarci con tutti quelli e quelle che vogliono concretizzare questo sogno.

mercoledì 22 ottobre 2008

Vincitori del concorso Nazionale del Fischietto di Moncalieri

La Giuria del Concorso Nazionale Fischietto "Nino Fiumara" ha reso noto i vincitori dell'ottava Edizione del Concorso Nazionale dei fischietti di Moncalieri

LA PREMIAZIONE SI SVOLGERA' il 26 ottobre 2008 a Moncalieri, IN PIAZZA VITTORIO EMANUELE ALLE ORE 10.30

pubblichiamo di seguito le opere premiate, autore e provenienza:

(SE avete delle foto sul concorso di Moncalieri 2008 inviatele e le pubblicheremo qui! Grazie)

1° PREMIO 400 €
L'ARBO DIJ SUBIET di GUIDO ANTONIOTTI - SORDEVOLO (BIELLA)

2° PREMIO 300 €
TRAMPOLIERE,UCCELLO ELEGANTE,di DONATO FRANCIA - SILVI MARINA (TERAMO)

3° PREMIO EX-AEQUO 100 €
GATTO CON GATTINO E UCCELLINO, CAVALLO CON UCCELLINO,UCCELLINO INCISO, UCCELLINO AD ACQUA, OCARINA di LUCIO FARCI - ASSEMINI (CAGLIARI)

3° PREMIO EX-AEQUO 100 €
ALL'OMBRA DEL CAMPANILE di SANDRA BRUZZI - PIACENZA

4° PREMIO 100 €
FATA TAMBURINA, FATA PIATTINA, FATA BENJNA di ANTONIO NAVANZINO - CALTAGIRONE

PREMIO DELLA GIURIA 100 €
MAMMA PAPERA di MARIA D'ALESSANDRO - ROMA


SEGNALAZIONE
I FISCHIETTARI di ERICA GIACOMETTI - TORINO

CIVETTE 1 - 2 - 3 di GIUSEPPE DELLAZER - FELTRE
IL SOLE di LUCIA TAVERNARI - GIVOLETTO (TO)
LUI, LEI E L'ALTRA di MAURO DI CRESCENZO - PAVONE CANAVESE

(fonte: http://www.saturnio.it/)

LETTERA APERTA ALLO STATO-PADRE DAI SUOI FIGLI!


APPELLO PER LIBERARE ANGELO FALCONE E SIMONE NOBILI:

NON DOBBIAMO LASCIARLI SOLI!!!!


Egregio signore,
"È ciò che ci chiedono i Cittadini", è una frase che spesso, troppo spesso, abbiamo ascoltato in TV, pronunciata da tutti, dico tutti, i rappresentanti dei suddetti Cittadini che siedono in parlamento.Chi le scrive è uno di quei Cittadini di questo Paese, di quei cittadini che ancora credono, in maniera piuttosto forte, alle Istituzioni. Finora non mi è mai capitato di sentirmi fare, da qualcuno dei parlamentari di questa Repubblica, la domanda: "Cosa chiedi, carissimo Cittadino, a noi tuoi rappresentanti?". Non voglio inoltrarmi in polemiche e critiche immotivate. non ci penso e non ne sarei capace. Vorrei, soltanto, rendere noto a Lei quale sia il mio concetto di Stato; concetto che posso semplificare come segue: lo Stato è un Padre che deve (ma soprattutto, Vuole) occuparsi dei propri figli senza riserve e senza tentennamenti; Un Padre è colui che si precipita a rotta di collo dal proprio Figlio ogni qual volta ve ne sia la necessità; ogni volta che si presenti una difficoltà che implichi un aiuto, un consiglio, un intervento di qualsivoglia natura. Un Padre amorevole ma, all'occorrenza, inflessibile. Inflessibile quando sia palese un cattivo comportamento di un suo figlio. Un Padre pronto a comprendere, ma pronto anche a punire, se lo merita, un figlio che si sia comportato in modo non adeguato alle regole familiari.
Questa lettera nasce dopo mesi di riflessione su di una vicenda particolare di cui poco si parla: l'arresto e la detenzione in India di un nostro concittadino. Il suo nome è Angelo Falcone, ed è stato arrestato, con il suo amico Simone Nobili, dalla polizia Indiana con l'accusa di detenzione di 18 kg di droga. Seguendo il blog del padre di Angelo, Giovanni Falcone, ho scoperto che di nostri cittadini detenuti all'estero ve ne sono più di 3.000! Non ho potuto verificare di persona, pertanto mi debbo fidare delle cifre fornite dal sig. Falcone. ma non ho motivi per dubitare di quanto affermato sul suo blog. Allora, la mia domanda è la seguente: questi nostri concittadini detenuti all'estero sono figli di questo Padre-Stato? Se sì, come mai le istituzioni di questo paese non si comportano come si comporterebbe un Padre nel caso di un proprio figlio? Ad Agosto, per Angelo Falcone e l'amico Simone, c'è stato il verdetto di Condanna a 10 anni. La possibilità di ricorso in appello ha come termine perentorio il 23 ottobre. il tempo stringe! Mi aspetterei, da un Padre, una corsa in India per vedere di persona come stanno le cose. Giovanni Falcone non riesce a parlare con suo figlio neppure telefonicamente. E, da quanto mi capita di leggere sul suo blog, l'interessamento delle Istituzioni di questo Paese sulla faccenda è, per così dire, insufficiente. Come se il Padre-Stato abbia già emesso giudizio di condanna sul proprio figlio, ed abbia deciso di punirlo per la mancanza commessa. Mi sarei aspettato, nel caso particolare di Angelo e, più in generale, nel caso dei nostri oltre 3.000 connazionali detenuti in penitenziari esteri, un atteggiamento differente. In fondo, bisognerebbe domandarsi se in tali paesi esistano quelle garanzie che sono caratteristiche di un qualunque Stato di Diritto degno di questo nome. Siamo sicuri che l'India garantisca gli imputati secondo tali canoni? E tutti gli altri paesi in cui sono detenuti nostri concittadini? Ecco: un Padre dovrebbe correre in soccorso di un proprio figlio per cercare di garantirgli tutto il necessario per affrontare le vicissitudini in cui è incappato. Se, con tutte le garanzie del caso, si dovesse dimostrare un "ERRORE PALESE" commesso dal Figlio, allora il Padre avrebbe tutti i motivi per punire tale errore. Voglio sottolineare il fatto che, più volte, Giovanni Falcone ha dichiarato che, se sulla base di un processo serio ed equo, suo figlio Angelo dovesse essere riconosciuto colpevole, sarebbe il PRIMO a pronunciarsi per la detenzione. Per un processo serio ed equo, segnato, cioè, da tutte le garanzie che vengono concesse nel nostro paese a chiunque incappi nei meccanismi della legge, le Istituzioni italiane si sono mosse? Nel caso di Angelo e dei più di 3.000 già citati, è stato fatto tutto ciò che andava fatto?
Concludo dicendo che, da Cittadino di questa Repubblica, chiedo alle Istituzioni tutte, di occuparsi dei propri Figli detenuti all'estero. In virtù del fatto che il mio sentire lo Stato è forte, e altrettanto forte deve essere la risposta dello Stato ai propri cittadini. Se ciò non dovesse essere possibile mi troverò nella bruttissima condizione di figlio di un Padre non disposto ad occuparsi di me. fatto che, per il mio modo di sentire lo Stato e le Istituzioni, non mi lascia tranquillo affatto.
Distinti saluti

presidenza.repubblica@quirinale.it (Presidente della Repubblica)http://presidente16.camera.it/servizio/30/mail.asp (Presidente della Camera dei Deputati)schifani_r@posta.senato.it (Presidente del Senato)gabinetto@cert.esteri.it (Ministro degli Esteri)larepubblica@repubblica.it (La Repubblica)http://www.corriere.it/solferino/main_mieli-form.shtml (Corriere della Sera)direttore@ilquotidianodellabasilicata.it (Il Quotidiano della Basilicata)nuovabas@tin.it (La Nuova)

Approfondimento:
Angelo Falcone ed il suo amico Simone Nobili, sono detenuti in India con l'accusa di posseso di 18 kg di droga dal 9 marzo 2007. Le istituzioni italiane sembrano disinteressarsi di questa vicenda come delle tante altre (2823 e forse oltre gli italiani detenuti in paesi esteri!!!), ed è per questo che ad alcuni bloggers lucani (Antonio Bevilacqua, alisa Nathan 2000 ed altri) è venuta in mente un'idea: quella di pubblicare la lettera scritta dal padre di Angelo, Giovanni Falcone, nella giornata di oggi 22 ottobre sui blog e di inoltrare il testo stesso alle mail in coda alla lettera


Noi aderiamo allappello anche se solo con la nostra umile voce perchè, come si afferma nel sito www.prigionieridelsilenzio.it anche noi crediamo che "Il Silenzio è una barriera che separa piu del filo spinato e ferisce più della tortura", il sito racconta gli eventi e l'assurdità dell'intera vicenda. A più di un anno dall’arresto dei due ragazzi, la situazione è pressoché la stessa. I due ragazzi si trovano ancora nel carcere indiano di Mandi. Il processo sul loro caso, iniziato nel tardo 2007, si sta svolgendo in maniera lenta e frammentata. La famiglia di Angelo Falcone, da Rotondella (in provincia di Matera), continua la sua lotta e sta tentando il possibile per risolvere questa situazione, anche attraverso il blog del papà di Angelo: www.giovannifalcone.blogspot.com

Qui la lettera di Angelo e Simone al giornalista Giangiacomo Sciavi del Corriere.

Tina Festa

martedì 21 ottobre 2008

Donne e Pace: Hernan Huarache Mamani a Matera

frida kahlo: the_love_embrace_of_the_universe


"Ricorda che l'uomo autentico è quello che vive la vita in ogni istante, a volte cadendo, ma rialzandosi sempre. Fallisce solo chi ha paura di sbagliare e cadere. Sii utile agli altri e sarai ripagato; aiuta gli altri e riceverai aiuto; insegna agli altri e dagli altri imparerai".
Hernàn Huarace Mamani, "Negli occhi dello sciamano"

IL RUOLO DELLA DONNA IN UNA SOCIETA' DI PACE

Hernan Huarache Manani , autore del libro "La profezia della curandera", sarà a Matera il 4 novembre discutere su “Il ruolo della donna in una società di Pace”.
L’incontro con l’autore si terrà alle ore 16,30 del 4 novembre presso La Casa del Pellegrino, in via Riscatto a Matera.


Per approfondimenti su l'autore clicca qui.


"Habla Mujer
no sientas miedo
tus palavras son fuego
que arde y queima
cuando enfrentas el silencio”

“Habla Mujer
no sientas miedo
tus ideas son dagas
que crean esperanzas
cuando atraviesan barricadas”

“Habla Mujer
que te escucha un pueblo
son hombres, son niños y niñas
son todo los que sonham
por un mundo libre e igualitário

giovedì 16 ottobre 2008

I vincitori del concorso di fischietti di Pertusio

Ecco i vincitori del Concorso di fischietti di Pertusio:
per la tradizione, a pari merito:

Lucio Farci "Cinghiali e mufloni nel Parco"


M.Giovanna Zannini con "Il rifugio"


Innovazione:

Silvia Gaglietto con "Blanzet e la sua mamma"



premi acquisto:

Anna Lisa Mangani con "riccio" e Grazia Oddonetto con "ratin"

Ringrazio Rossano Cavallari, ideatore del concorso di Pertusio per avermi inviato la notizia che qui volentieri pubblico.

Omaggio a Munari

A grande richiesta stiamo organizzando un nuovo corso dedicato a Munari che prevede l'apprendimento delle tecniche munariane con l'utilizzo dell'argilla. Il corso si terrà nel mese di dicembre, per chi fosse interessato può contattarci inviando mail a geniuslocimatera@libero.it oppure concettafesta@gmail.com

martedì 14 ottobre 2008

Un Viaggio a Matera per sostenere la Bottega del Commercio Equo e Solidale


Ricevo da Luigi Pirelli e pubblico la seguente informazione:

La Bottega del Commercio equo e solidale di Matera vive momenti di grossa difficoltà. Per sostenere la Bottega l'associazione Il Vagabondo di Napoli ha organizzato il seguente evento:

NON SOLO SASSI : IL VAGABONDO a MATERA

31 Ottobre–2 Novembre
in SOSTEGNO alla BOTTEGA DEL COMMERCIO EQUO e SOLIDALE

L'Associazione Culturale Il Vagabondo promuove Esperienze di Viaggio e Forme di Turismo Responsabile. Il viaggio come esperienza, individuale o di gruppo, che sfugge alle certezze del “tutto compreso”, che spinge verso situazioni nuove, che non si pone dubbi sul “cosa verrà dopo”, che stimola a vivere appieno il momento presente, gli incontri...
Con il viaggio a Matera, Il Vagabondo inizia le sue attività di viaggio, graziealla costituzione di una comunità locale, punto di riferimento per le scelte e le attività in loco, che dopo diversi mesi di incontri e diconfronti, ha dato le sue direttive.Oltre alla quota del 5% che normalmente viene destinato al progetto locale, ogni attore coinvolto nel week end devolverà partedella quota alla bottega equo solidale di Matera. Il viaggio proposto è il primo esperimento di rete di economia solidale che il Vagabondo compie nel territorio materano.

Sul sito dell'Associazione Il Vagabondo è possibile scaricare il programma del viaggio e conoscere meglio le attività della stessa associazione.
Per contatti potete scrivere a info@ilvagabondo.org oppure telefonare ai seguenti numeri:
335-5228414 - 320-6899346


Ma intanto, per chi volesse contribuire attivamente al rilancio della Bottega del Commercio Equo e Solidale di Matera ecco dove trovarla:
Ass. Loe
Bottega del commercio equo e solidale
Piazza S.Francesco,5
info: 0835-333730


Approfondimento:
Definizione di Commercio Equo e Solidale dalla carta italiana
Il Commercio Equo e Solidale è un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove giustizia sociale ed economica, sviluppo sostenibile, rispetto per le persone e per l'ambiente, attraverso il commercio, l'educazione e l'azione politica. Il suo scopo è riequilibrare i rapporti con i Paesi economicamente meno sviluppati, migliorando l'accesso al mercato e le condizioni di vita dei produttori svantaggiati, attraverso una più equa distribuzione dei guadagni.Il Commercio Equo e Solidale è una relazione paritaria fra tutti i soggetti coinvolti nella catena di commercializzazione: produttori, lavoratori,Botteghe del Mondo, importatori e consumatori.
Obiettivi del Commercio Equo e Solidale
Il Commercio Equo e Solidale
1. Promuove migliori condizioni di vita nei Paesi economicamente meno sviluppati rimuovendo gli svantaggi sofferti dai produttori per facilitarne l'accesso al mercato.
2. Tramite la vendita di prodotti, divulga informazioni sui meccanismi economici di sfruttamento, favorendo e stimolando nei consumatori la crescita di un atteggiamento alternativo al modello economico dominante e la ricerca di nuovi modelli di sviluppo.
3. Organizza rapporti commerciali e di lavoro senza fini di lucro e nel rispetto e valorizzazione delle persone.
4. Promuove i diritti umani, in particolare dei gruppi e delle categorie svantaggiate.
5. Mira alla creazione di opportunità di lavoro a condizioni giuste tanto nei Paesi economicamente svantaggiati come in quelli economicamente sviluppati.
6. Favorisce l'incontro fra consumatori critici e produttori dei Paesi economicamente meno sviluppati.
7. Sostiene l'autosviluppo economico e sociale.
8. Stimola le istituzioni nazionali ed internazionali a compiere scelte economiche e commerciali a difesa dei piccoli produttori, della stabilità economica e della tutela ambientale.
9. Promuove un uso equo e sostenibile delle risorse ambientali

Le botteghe del mondo (o botteghe del commercio equo e solidale) sono organizzate come associazioni o cooperative senza fine di lucro, e si caratterizzano come soggetti dell'economia no profit che agiscono nel contesto del commercio equo e solidale. Esse non si limitano alla vendita dei prodotti del commercio equo, ma propongono iniziative che vanno nella direzione di un modello di sviluppo più giusto, umano e sostenibile. Molte di loro si riuniscono in un'associazione che è stata fondamentale per la crescita del commercio equo in Italia. A Matera l'Associazione che cura la Bottega del Commercio equo e solidale è l'associazione Loe

Le attività che caratterizzano l'Associazione Loe sono principalmente la promozione e la diffusione delle idee del commercio equo e solidale e del consumo critico come strumento di cooperazione internazionale, attraverso la vendita di prodotti alimentari e artigianali,la promozione della finanza etica, l'organizzazione di attività di educazione allo sviluppo sul territorio (anche attraverso percorsi didattici nelle scuole), la promozione di campagne di sensibilizzazione,pressione e boicottaggio a favore delle economie alternative. L'associazione organizza inoltre, incontri con i produttori operanti nel circuito del commercio equo in una prospettiva di scambio e di crescita socio-culturale, e promuove il turismo responsabile nei paesi del sud del mondo.

La Bottega del Mondo di Matera è attiva sul territorio lucano affronta problematiche sociali a livello locale, come la rivolta antinucleare, la lotta contro la costruzione dell' elettrodotto di Rapolla ecc... non solo con l'intento di creare nuovi ponti tra le culture e per il loro diritto alla vita da ottobre inizierà la campagna Stop The Wall, contro la costruzione del muro in Palestina. E nel calderone ci sono diverse realtà da mettere in evidenza....

Tina Festa

venerdì 19 settembre 2008

La città della pace per i bambini in basilicata



UN EVENTO DA NON PERDERE!!!!!

A Matera il prossimo 27 settembre si svolgerà la conferenza "La Citta' della Pace per i Bambini in Basilicata," vuole essere un’occasione di incontro tra i giovani della regione e le nobel per la pace Betty Williams e Rigoberta Menchu’ Tum, nell’ambito del progetto “Città della Pace per i Bambini in Basilicata”, che i World Centers of Compassion for Children International e Italia stanno realizzando insieme alla regione Basilicata.


La conferenza si svolgerà a Matera il 27 settembre presso il Teatro Duni dalle ore 9,00 alle 18, mentre alle 21,30 sarà organizzata una serata in onore di Sua Santità il Dalai Lama, della Nobel per la Pace Aung Sang Suu Kyi, detenuta illegalmente agli arresti domiciliari dalla giunta militare birmana, e delle popolazioni tibetane e birmane. Verrà proiettato il film documentario Total Denial della regista Milena Kaneva, vincitore del premio “Vaclav Havel per i diritti umani 2006”.
Maggiori informazioni sul sito: www.wccc-italia.org

venerdì 5 settembre 2008

Da Munari al cuore e viceversa - Convegno a Faenza

“Fatti d’argilla. I laboratori giocare con l’Arte e il loro rapporto con il territorio”
Convegno dedicato a Munari - Venerdì 5 settembre - Faenza

La Fondazione MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza - organizza la Giornata di confronto delle esperienze “Fatti d’argilla. I laboratori giocare con l’Arte e il loro rapporto con il territorio” presso la sala conferenze del MIC, venerdì 5 settembre 2008, nell’ambito della manifestazione fieristica internazionale ARGILLA’ che si terrà a Faenza il 6 e 7 settembre 2008.

Tina Festa, dell'associazione culturale Genius Loci, presenterà la relazione dal seguente titolo:

"DA MUNARI AL CUORE ...

E VICEVERSA"

Cos'è la fondazione MIC?
Fondazione M.I.C. - Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza (RA)
Il museo - il più grande e importante al mondo dedicato alla ceramica - compie nel 2008 i suoi primi cento anni. Le sue collezioni più importanti riguardano la maiolica italiana - in particolare quella del Rinascimento - le terrecotte Precolombiane, le faenze Islamiche e una ricca selezione di sculture Moderne e Contemporanee europee e di oggetti di Design. Non mancano importanti reperti archeologicimesopotamici, greci, etruschi e romani. Una ricca biblioteca specialistica interna è aperta al pubblico.

Che cos'è il laboratorio "Giocare con l'arte"?
Dal 1979 nel Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza è operativo il laboratorio per bambini giocare con l’Arte - progettato dal designer Bruno Munari - il cui preciso intento è di avviare i bambini e i ragazzi delle scuole ad una consapevole lettura degli oggetti del Museo, attraverso attività manipolative con le quali ognuno può ripercorrere le fasi caratteristiche delle varie tecniche ceramiche. Il metodo giocare con l’Arte applicato alla ceramica fornisce gli strumenti per una comunicazione creativa, che unisca libertà e conoscenza: il bambino mentre gioca impara il linguaggio delle forme, dei colori, delle linee e dei volumi. A tali attività partecipano, durante la settimana, i ragazzi delle scuole.


Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza . Fondazione
via Campidori, 2 - 48018 Faenza
tel.0546.697311 - fax 0546.27141 - info@micfaenza.org - http://www.micfaenza.org/

martedì 19 agosto 2008

Corsi per costruire fischietti in terracotta


COME e DOVE IMPARARE A COSTRUIRE FISCHIETTI IN TERRACOTTA?


A Matera i Week – end col fischio!


Mini-Corsi di apprendimento delle tecniche per realizzare fischietti in terracotta.
A Matera dal 3 al 5 ottobre
– e poi nei mesi di dicembre, febbraio, aprile e giugno in date da stabilirsi.
(per altre date visita o registrati su questo sito:
www.geniuslocimatera.blogspot.com/
altri corsi su richiesta, con minimo 4 partecipanti)

Programma dei week ends:
Venerdì sera arrivo a Matera e sistemazione in albergo.
Sabato: Ore 9,30 – 11,30 Corso di costruzione fischietti (Prima Lezione)
Ore 11,45 Visita guidata alla Casa-Museo della Terra Sonora
Ore 15,30 -17,30 Corso di costruzione fischietti (Seconda Lezione)
Ore 17,45 - 19,30 Visita guidata ai Sassi ed ai Laboratori dei costruttori di fischietti
Domenica Ore 9,30 – 11,30 Corso di costruzione fischietti (Terza Lezione)

Quota di partecipazione .

Opzione 1: Corso, visite guidate ed ingressi, euro 50,00 a persona
Opzione 2: Corso, visite guidate e 2 pernottamenti con prezzi a partire da euro 100,00 p/p

La quota comprende: docenza e materiale per il corso, servizio visita guidata, biglietto di ingresso alla Casa Grotta del Casalnuovo e alla Casa-Museo della Terra Sonora. I fischietti realizzati durante il corso saranno inviati al corsista al proprio domicilio dopo cottura in forno per ceramica, con il pagamento in contrassegno delle spese di spedizione.
La quota non comprende: spese per vitto, trasporti e quanto non indicato ne “la quota comprende”.
Per l’opzione 2 il costo varia a seconda dell’alloggio scelto dal corsista: casa-alloggio, b&b o albergo

Per informazioni e prenotazioni:

Ass. Culturale Genius Loci Tel/fax 0835.314139


www.geniuslocimatera.blogspot.com

giovedì 14 agosto 2008

Auguri di ferragosto: auguri di pace


Ferragosto per il mondo contadino era tempo di riposo, era il tempo del ringraziamento per la Terra e per i frutti che la terra gli aveva donato nell'anno passato, i copiosi raccolti di grano....
I nostri auguri per ferragosto 2008 sono per Madre Terra e per tutti voi che passate di qui:

AUGURI DI PACE!
Promemoria
Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola,a mezzogiorno.
Ci sono cose da far di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per sentire.
Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra.

Gianni Rodari(1920 - 1980)

martedì 29 luglio 2008

Corso estivo "Omaggio a Munari" a Matera


OMAGGIO A MUNARI

A cura dell'Ass. Culturale Genius Loci, in collaborazione con la Coop. Artur - officine creative per arte e turismo:
Ecco nel dettaglio le indicazioni per il corso intensivo su Munari.
SCARICA QUI IL PIEGEVOLE e la SCHEDA DI ADESIONE

**PROGRAMMA Corso Intensivo
Periodo:
dal 25 agosto al 29 agosto 2008.
Il corso sarà avviato con un minimo di 6 partecipanti.
Numero massimo di adesioni: 15

Sono previste lezioni per un totale di 30 ore
ore 9:30-12:30 e 15,30-18,30
Al termine del seminario verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Le iscrizioni al Corso Intensivo verranno accolte entro il 20/08/2008
**CHI CONDUCE?
Tina Festa
Il laboratorio che si presenta sarà condotto da, Tina Festa, insegnante ed esperta in didattica delle arti, formatasi presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza

**QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
La quota individuale di partecipazione al corso intensivo è di € 200 , (+ IVA se si partecipa per conto di un Ente.

Per iscriversi compilare il modulo e versare acconto di € 50,00 (non restituibile) con bonifico bancario a favore di Soc. Coop. Artur
IBAN IT 32 N 02008 16100 000010750656 indicando nella causale (Corso Munari - Intensivo)


I lavori realizzati verranno inviati ai partecipanti con spese a carico del destinatario, previa cottura in forno per ceramica.
**IL LUOGO
Gli incontri del Corso Intensivo si svolgeranno presso la Casa delle Buone Pratiche, in prossimità di Piazza San Pietro Caveoso nei Sassi di Matera.

**CONTENUTI
• La ceramica: aspetti tecnologici di base.
• La creta; manipolazione guidata, l’impronta e la traccia: materiali e attrezzature.
• Texture per impronte e traccia in spazi chiusi e aperti.
• Ricerca spaziale: tecnica del lucignolo e delle palline.
• Il gioco del contrasto: tecnica della sfoglia: Le maschere di Munari
• Ricerca cromatica: tecnica delle terre colorate e marmorizzazione.
• Ricerca grafica: ingobbio graffito.
• Tecnica del pollice e del lucignolo per creare vasi.
• I colori: uso delle perline di vetro di Murano.
• Munari e l’arteterapia: Le sculture volanti.
• Come organizzare un laboratorio? Materiali ed attrezzi necessari per continuare le attività nei diversi luoghi in cui si opera (scuole, musei, etc)
• Ultima Lezione: Approfondimenti teorici, dibattito e conclusioni.

Agli iscritti verrà inviata una comunicazione con l’indicazione di alberghi convenzionati.

Grazie a TOLBA’ per la preziosa collaborazione e per averci concesso l’utilizzo della sede: La casa delle buona pratiche. http://www.associazionetolba.org/

Per maggiori informazioni: Tina Festa 335. 8185461 (wind)
338.1559380 (Tim)

lunedì 14 luglio 2008

FAMMI UN FISCHIO! Concorso dei fischietti in terracotta - Pertusio (TO)










FAMMI UN FISCHIO!
4^ Edizione del concorso dei fischietti in terracotta.
PERTUSIO (TO)

La PRO LOCO di Pertusio (TO) indice la 4^ Mostra Concorso dei Fischietti in Terracotta, che si svolgerà dal 4 al 12 ottobre 2008, in occasione della festività di San Firmino.
Al concorso potranno partecipare tutti gli artisti e gli artigiani d’Italia, presentando opere inedite in terracotta fischiante.
Art. 2 Il tema del concorso è “ANIMALI DEI PARCHI”, reali o fantastici. I fischietti potranno essere realizzati con qualsiasi tecnica ceramica; è consentito l’eventuale inserimento di materiale non ceramico, purchè limitato. Il fischio dell’opera dovrà risultare armonioso e in sintonia con la forma e l’espressività della stessa.
Art. 3 I partecipanti potranno presentare a Concorso da un minimo di due ad un massimo di tre opere; la dimensione di ogni opera non potrà essere superiore a cm. 25x25x25, l’inosservanza dei requisiti di cui al presente articolo non permetterà la partecipazione come concorrente ma solo come espositore.
Art. 4 Ogni opera dovrà recare nome e cognome dell’artista apposti sotto la base del manufatto.
Art. 5 I premi, non cumulabili, da assegnare agli Autori delle opere vincitrici di concorso saranno i seguenti:
• OPERA VINCITRICE SETTORE TRADIZIONE: € 300,00
• OPERA VINCITRICE SETTORE INNOVAZIONE : € 300,00
• N. 4 PREMI DELLA CRITICA: € 150,00 cadauno

SCARICA QUI IL REGOLAMENTO!

giovedì 10 luglio 2008

Prima rassegna di pipe e fischietti in terracotta

A Massignano (AP) SABATO 12 E DOMENICA 13 LUGLIO
NEL CENTRO STORICO
PRIMA RASSEGNA DI PIPE E FISCHIETTI IN TERRACOTTA.
CERAMICA SONORA:
SIMPOSIO SUI MATERIALI, LE TECNOLOGIE E LE POETICHE.
a cura di Alberto Cavallini
E ci saremo anche noi dell'Ass. Genius Loci per sperimentare con Alberto Cavallini e Terry Davies la costruzione e cottura dei fischietti nel forno di carta!!
Leggete tutto il programma sul blog massignanese.

domenica 15 giugno 2008

Campo Gep 2008 (Gruppo Educhiamoci alla Pace)

Campo 2008 - Gruppo Educhiamoci alla Pace -
ALLEGRAMENTE 12


Vi inoltro le informazioni relative al prossimo campo estivo del GEP "Allegra...mente"; appuntamento arrivato alla 12° edizione.
Quest'anno il titolo è "Alla ricerca della leggerezza perduta", accompagneranno il percorso formativo Andrea Allione e nel laboratorio manuale Michele Carnimeo e Sibilla Potenza.
Le date sono dal 26 al 30 luglio e la sede è a "Villa Speranza", a qualche chilometro da Ostuni ed a 5 minuti dal mare.
Cosa si farà?
Ecco la proposta del Gep: Gruppo Educhiamoci alla Pace
" Vogliamo continuare a percorrere un cammino sulla scia di quello che abbiamo vissuto intensamente l’anno scorso, sul tema della sobrietà e della semplicità di vita.
Cercheremo di recuperare un certo tipo di leggerezza e benevolenza, che spesso ci sfuggono. Ci soffermeremo anche a riflettere sull’importanza della fiducia, del pensiero positivo, del buonumore, che possono accompagnarci volentieri alla ricerca di una cura adeguata di sé e degli altri.
Ci eserciteremo inoltre a produrre oggetti utilizzando materiale povero e riciclabile, mettendo alla prova con le mani la nostra fantasia e creatività.
Il tutto tenendo fede da una parte allo spirito interattivo, coinvolgente e conviviale dei nostri campi, e dall’altra senza dimenticare di riflettere,agire e proporre strade che ci inducano al miglioramento di noi stessi ed al cambiamento del contesto in cui viviamo."

Sul sito del GEP tutte le informazioni: è un'esperienza da non perdere!

martedì 3 giugno 2008

Dalla comunicazione alla metacomunicazione - Incontro a Matera

Il Centro Pedagogico Paideia di Putignano e l'Ass. Culturale Genius Loci di Matera
Organizzano l’incontro sul tema
“Dalla comunicazione alla metacomunicazione”
Introdurrà
Tina Festa
(Ass. Cult. Genius Loci- Matera)


Interverranno
Dott.ssa Lucrezia Turi
(Pedagogista Centro Pedagogico “Paideia”)


Dott. Prof. Gerardo Magro
(Docente incaricato Università di Bari –
Direttore del Centro Pedagogico “Paideia”)

VENERDI’ 13 GIUGNO 2008
Ore 17.00 19.00
Presso il
Bookshop di Palazzo Lanfranchi
Piazzetta Pascoli - Matera
Per informazioni
tel.: 3358185461 0804053773


La cittadinanza è invitata

La partecipazione è valida come credito formativo
Di seguito la scheda del libro che sarà presentato durante l'incontro:
La comunicazione efficace.
Come comunicare con gli altri senza suscitare un vespaio


Autori e curatori:
Gerardo Magro
Collana:
Le Comete
Argomenti:
Comunicazione, persuasione
Dati bibliografici:
pp. 160, figg. 30, 2a ristampa 2008, 1a edizione 2007 (Cod.239.177)
Prezzo: € 16,00

Presentazione del volume:
Innumerevoli sono le interazioni comunicative nell'ambito familiare, lavorativo e sociale che affrontiamo ogni giorno. Comunicare, in una società complessa e globalizzata, è ormai una necessità, un imperativo categorico che ci permette di stabilire relazioni, stipulare accordi, stringere alleanze, divenire protagonisti attivi delle nostre azioni. Ma perché, a volte, proviamo il gusto di comunicare con qualcuno, sul lavoro o in famiglia, arricchendoci cognitivamente ed emozionalmente mentre, a volte, e chissà, forse, il più delle volte, preferiamo non iniziare neppure una comunicazione dalla quale rischiamo di uscire più costernati di prima?Che cosa rende, allora, una comunicazione efficace rispetto ad un'altra completamente inefficace (e distruttiva)?Se la comunicazione interpersonale è un'arte, è possibile divenire un abile comunicatore?È proprio questo l'obiettivo che si pone il presente libro conducendo il lettore nei meandri labirintici della comunicazione interpersonale (dal modello cibernetico a quello sistemico fino a quello ecologico), per insegnare l'a, b, c della comunicazione interpersonale ovvero i fondamenti per riuscire a comunicare in maniera più efficace e vivere in modo più sereno le innumerevoli relazioni quotidiane.
Un testo, agile e divulgativo, grazie al quale poter apprendere, attraverso il racconto di incontri ed esperienze realmente vissute, schede ed esercizi al termine di ogni capitolo, quegli elementi basilari e trasversali della comunicazione interpersonale spendibili in qualsiasi contesto comunicativo e tali da rappresentare la differenza qualitativa a fronte di un appiattimento quantitativo in termini di offerte commerciali e di relazioni umane. Il tutto, nella speranza che la comprensione dei meccanismi complessi ed affascinanti della comunicazione interpersonale possa contribuire a costruire un mondo migliore e far gustare il piacere di comunicare con gli altri senza sollevare vespai o uragani.

Gerardo Magro, pedagogista, è docente incaricato presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Bari e dirige il Centro Pedagogico "Paideia" (Putignano - BA) il quale si occupa di progettazione, supervisione e consulenza pedagogico-educativa. Da anni è impegnato in tutta Italia nell'attività di formazione (con genitori, insegnanti, dirigenti) sui temi inerenti la comunicazione interpersonale, la relazione educativa e i fenomeni stress-burnout. Oltre a numerosi articoli su riviste specializzate ha pubblicato Stress e burnout (Carocci, 1999), Genitori senza stress (Angeli, 2002), La comunità per tossicodipendenti: un progetto pedagogico (Angeli, 2004), Tossicodipendenza: "malattia" d'amore? (a cura di, Angeli, 2004).

mercoledì 28 maggio 2008

Chiude con successo la mostra-concorso del fischietto in terracotta

CHIUDE LA MOSTRA DEL FISCHIETTO IN TERRACOTTA "CITTA' DI MATERA"
A BREVE I RISULTATI DELLA SCELTA EFFETTUATA DALLA GIURIA POPOLARE

Si è chiusa domenica 25 maggio, all'insegna del successo, la prima edizione della Mostra-concorso Internazionale del Fischietto in terracotta "Città di Matera".
Nei prossimi giorni vi sarà lo spoglio delle numerose schede che il folto pubblico ha compilato per esprimere il voto della "Giuria popolare". Sarà un lavoro arduo quello dello spoglio, in quanto i visitatori sono stati diverse migliaia, e tutti, con grande interesse e partecipazione hanno voluto esprimere il proprio giudizio. Nonostante la richiesta di proroga da parte dei visitatori non è stato possibile pororogare la mostra, oltre la data stabilita, per indisponibilità dei locali.
I commenti dei visitatori sono stati tutti estremamente positivi e noi organizzatori dell'evento siamo soddisfatti per la riuscita del concorso: sia per il gran numero di artisti che via hanno partecipato che per l'entusiasmo del pubblico che ha condiviso con noi l'interesse per questo mondo dei fischietti in terracotta.
Molti visitatori non immaginavano che anche in altre regioni italiane ed in altre parti del mondo si producessero fischietti di ogni foggia e colore. E noi invece abbiamo scoperto che anche a Matera vi sono numerosi collezionisti e creatori di fischietti.
Inoltre gli artisti locali hanno potuto confrontarsi con gli artigiani italiani e stranieri. Ringraziamo soprattutto loro per avere aderito numerosi al concorso!

Ritornate a visitarci su questo blog perchè nei prossimi giorni potremo darvi notizia dell'artista premiato dalla Giuria Popolare.
Inoltre potremo informarvi, con più dettagli, sul "Corso estivo per realizzare fischietti in terracotta".
Nella foto i fischietti di Marco Brunetti e Diego Poloniato: 2° premio ex-aequo.

martedì 20 maggio 2008

Un grande successo la Biennale del Fischietto in terracotta di Matera


LA BIENNALE DEL FISCHIETTO IN TERRACOTTA
MOSTRA -CONCORSO "CITTA' DI MATERA"

GRANDE SUCCESSO!
Grande successo della Mostra-concorso Biennale del Fischietto in terracotta "Città di Matera".
Molti visitatori stanno affluendo alla mostra per ammirare i 350 fischietti dei 90 artisti che hanno preso parte alla prima edizione di questo concorso dedicato al fischietto in terracotta.


Le opere saranno esposte ancora per pochi giorni, fino al 25 maggio 2008. Molti i collezionisti che in questi giorni stanno visitando la mostra per acquistare le opere arrivate da tante regioni italiane e diverse parti del mondo. Fischietti originali ed unici potranno arricchire così le collezioni private. Tutti i visitatori oSservano con grande ammirazione la maestria degli artigiani ed artisti presenti con le loro opere e scelgono i fischietti che preferiscono per l'ultimo premio da assegnare: quello della giuria popolare.


lunedì 12 maggio 2008

Premiati concorso del fischietto in terracotta "Città di Matera"


Elenco vincitori e segnalati del 1° Concorso Internazionale del Fischietto in Terracotta “Città di Matera”
La Giuria composta da
Ing. Saverio Acito – Assessore al Turismo e Sassi Città di Matera,
Dott. Silvia Padula – Storico dell’Arte Soprintendenza PSAE Basilicata,
Leo Montemurro – Segretario CNA Matera,
Luigi Fosca – Ass. Anemos – Torino
Maria Anna Flumero – Giornalista,
Tina Festa – Presidente Ass. Genius Loci Matera,
riunitasi nella giornata di domenica 11 maggio 2008 , apprezzata la qualità complessiva delle opere proposte dai numerosi artisti, ha selezionato i migliori tra gli oltre 350 fischietti pervenuti al concorso Internazionale "Città di Matera", decretando i seguenti vincitori:

1° Premio DURLO LINO - di Este (Padova). Motivazione: eccezionale fischietto bitonale, con suono cristallino e grande sintesi tra tradizione e linea.

2° Premio ex aequo: POLONIATO DIEGO di Nove (Vicenza) Motivazione: grande innovazione nell’ arcicucco veneto, con grande impatto a livello di tradizione) & BRUNETTI MARCO Matera (Motivazione: grande continuità della tradizione, lettura del territorio ed eeccezionale qualità cromatica)

3° Premio ex aequo: REBECCA MAY VERRILL (Taos, New Mexico/Usa) Motivazione: eccezionale tecnica di realizzazione: fischietto in Raku) & LUCIO FARCI di Assemini (Cagliari) Motivazione: grande raffinatezza ed eleganza)

Inoltre, sono state assegnate anche menzioni particolari
Premio alla carriera per:
Tommaso Niglio di 83 anni, materano
Idelmo Fecchio di 98 anno di Grillaia (Ferrara)
Angelo Di Donna di 79 anni di Rutigliano

Menzioni particolari con diploma d’ onore per
Valeri Kurtmulaev (Russia - miglior fischietto straniero)
Marja Van Galen (Paesi Bassi. Per l’ innovazione, nonché il “miglior fischietto Straniero”)

Mara Ziegel (Germania. Premio per l’ innovazione)
Scianella Angelo (Cabras – Oristano/Italia. Premio per l’ innovazione)
Marco Brunetti (Matera/Italia. Per la curiosità suscitata con “l’orecchino”- opera n° 303)
Silvana Sonno (Perugia/Italia. Per la tradizione)
Loglisci Raffaele (Gravina-Bari/Italia. Per la tradizione)

Diplomi di merito all 'Istituto Ballardini di Faenza e l' ITER (Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile) per la diffusione della cultura della ceramica sonora.
Da domenica sera, è istituita anche la giuria popolare composta da tutti i visitatori, il cui premio assegnato (sono esonerati i manufatti già selezionati dalla giuria di esperti) è pari a 250,00 euro. Dopo l’opportuno spoglio sarà fissata la giornata della premiazione.
Sarà anche possibile prenotare l’acquisto degli elaborati, da perfezionare dopo la chiusura della mostra.
Orari della mostra: dal lunedì al venerdì: dalle 10.00 alle 13.00 – 15.00 & dalle 15.00 alle 21.00
Sabato e domenica: fino alle ore 22.00
In questi giorni sarà possibile partecipare al laboratorio artistico di Valeri Kurtmulaev.
Gli attestati di merito e i diplomi d’onore sono stati realizzati dall’ artista materano Tony Montemurro.

lunedì 28 aprile 2008

I Fischietti di Lecce

LA FIERA DEL FISCHIETTO DI LECCE
"Le abili mani dei creatori di fischietti leccesi"

Sabato scorso 26 aprile noi dell'Ass. Genius Loci, siamo stati a Lecce a visitare la Mostra dedicata ai fischietti organizzata dall' Associazione Academia Lupiaensis. Il tema sul quale hanno lavorato gli artigiani quest'anno è stato la favola di Cappuccetto Rosso.
Il concorso è stato vinto da Claudio Capone, abile artigiano leccese che crea delle opere meravigliose e non solo fischietti. (Abbiamo visitato la sua bottega ed ogni opera era un incanto!)
Alla mostra vi hanno partecipato in 18, per la quasi totalità gli artisti aderenti erano leccesi. Abbiamo visto dei fischetti davvero belli, sia per la manifattura che per la poesia racchiusa nella scena rappresentata.
Alcuni degli artisti erano presenti nell'ex convento dei Teatini di Lecce con banchetti ed altre opere che abbiamo ammirato con stupore. Lavori altrettanto degni di nota, oltre a quelli creati per la mostra.
(Presto inseriremo le foto nel nostro album di Flickr, al quale si può accedere cliccando dal link presente a destra e tutti voi potrete ammirarli)
Questa visita alla mostra organizzata dal Anna Maria Greco, presidente dell'Ass. Academia Lupiaensis, ci ha meravigliato positivamente, e non solo per i fischietti in terracotta ma anche per l'accoglienza e l'umiltà degli artigiani presenti, umiltà degna dei più grandi maestri.
2° classificato Visciola Elvira-

3° classificato Onorati M. Teresa

domenica 27 aprile 2008

International Competition for ceramic whistles - May 2008

Call for entries
Competition
1° International Competition For Terracotta / Ceramic Whistles
Promoted by Genius Loci Matera - Cultural Association


The 1st International Competition for Ceramic Whistles will be held in Matera, Italy, from May 11th May 25th 2008, except postponement.

The Competition is open to individual and schools with no age limit. Each competitor may submit a maximum of six works (whistles) which may be created using any ceramic technique. Works must not exceed 20x20x25 of their dimensions.
Rules


1. All participants are entitled to present from three to maximum six whistles created with ceramic materials. Participating is free of charge.

2. Works must not exceed the following measures 20 x 20 x 25h cm. Entries measuring longer or wider will not be accepted. No specific theme is provided.
All participants can present whistles made of terracotta, ceramic, gres or porcelain or made by the combination of this material. Entries created by non ceramic procedures or with different materials (wood, glass, etc), will not be admitted. Each work has to be signed with the name of the artist.

3. Entries must be sent to Ass. Culturale Genius Loci, c/o Casa Grotta del Casalnuovo, Rione Casalnuovo 308, 75100 Matera – Italy within May 5th, 2008. All entries must include a properly completed application form that can be sent with the works or by fax to the 0039 0835 314139 o mailed to geniuslocimatera@libero.it

4. Entries must be sent with prepaid shipping expenses. Entries must be packed carefully to avoid damage. The sponsor cannot assume responsibility for any damage sustained to the entries before they have been received. The works must be sent within the 5th of May 2008.

5. All the whistles will be exhibited from to the 11th of May to the 25th of May 2008 (with possible prolongation) in Piazza San. Francesco – Matera

6. During the exhibition it is not possible for the artists to sell the works present in the competition. The artists can indicate the value of their works in the application form, in order to satisfied any purchase request only at the end of the exhibition. In this case a commission of 20% is charged. The commission must be included in the price indicated in the application form.

7. The members of the commission will be chosen by the Ass. Genius Loci and will be composed of experts in the art field. Members will be made public once their final verdict has been announced.

8. Prizes are listed below and will be subject to tax deductions required by law.
1st Prize € 750,00 + honorable mention
2nd prize € 500,00 + honorable mention
3rd prize € 250,00 + honorable mention
PUBLIC’S PRIZE, € 250 for the entry chosen by the public which has not won another prize.
All the Competitors will receive a Certificate of participation.
Three more sections are:
The Best whistle made according to the Italian tradition
The best whistle made by foreigner artists
The Best Innovative whistle.
The prize for the above whistles is the purchase of them by the Organizing Commettee.
9. The decisions of the jury are final and require no justification. The communication to the winner will be sent by mail to the their address or by e-mail.

10. PUBLIC’S PRIZE: euro 250,00. This prize is awarded to an entry which has not already won another prize and is been most voted by the public during the exhibition.

11. Participating in this contest, the authors allow the organizers to reproduce the image of the winning and selected works in any kind of medium. These images will be only exhibited for the promotion of similar contests or for other social and cultural activities organized by the Cultural Association Genius Loci or sponsored by the Town Council of Matera.

12. Winning entries, and the group belonging to the same author, will remain property of the Association “Genius Loci Matera” and will be exhibited in the Civic Museum of Ceramic Whistles of Matera.

13. Donation: Participants can donate their works to the Civic Museum Of Ceramic Whistles of Matera or they can sell their work after the competition (see art. n. 6). The authors will indicate their decision in selling or donating their works in the Application Form .

14. Return of entries: the return’s costs will be paid by the Organising Committee. All the works will be returned in two months after the exhibition.

Ass. Culturale Genius Loci,
c/o Casa Grotta del Casalnuovo,
Rione Casalnuovo 308,

75100 Matera – Italy

15. Participation in this competition implies acceptance of its rules and conditions. Notwithstanding, the Organizing Committee reserves the specific and exclusive right to rule on matters no specified in these rules and conditions and on any doubts arising from their interpretation.


For more information please stay tuned!!!
You will find the Competition Rules and the Entry Form in English at the following links:

venerdì 25 aprile 2008

25 aprile per le mondine.


25 aprile – in 300 liberiamo la memoria
per le mondine, on line!


Noi di Genius Loci crediamo con forza e passione nella memoria, nella storia della gente, nella storia dei luoghi (vedi il museo della storia contadina di Matera che gestiamo da anni http://www.casagrottamatera.com/).
Crediamo che se la vita umile e faticosa dei nostri contadini, delle mondine, degli operai, costringe tanti ad arrivare alla vecchiaia con mani vuote di ricchezze da lasciare ai cari, ben più preziose sono le ricchezze della memoria.
Per questo abbiamo aderito al progetto multimediale e collettivo "Mondine 2.0 – di madre in figlia : la memoria va donata, condivisa, liberata e non trattenuta per sé.
E’ un dono grande da passare a piene mani!

Il 25 aprile non potremo essere presenti fisicamente a cantare con i 7000 che si incontreranno al Museo Cervi, a Gattatico, in provincia di Reggio Emilia.
Ma il cuore in quel giorno è con le mondine.


Il più grande dono utile per il nostro futuro,
più di ogni invenzione,
è la riscoperta e l’amore del nostro passato.



Tina Festa.

Per saperne di più: http://www.mondine.it/

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

Ricerche maestre

Ricerche Maestre