Pagine

venerdì 21 agosto 2009

Per Bacco ..quanti bei fischietti!

FISCHIETTI per BACCO!!!


Quella inaugurata alcuni giorni fà a San Giorgio Scarampi (AT) è una mostra da non perdere: è un'omaggio a Bacco dio di luce e socialità e ai figuli "poeti sognatori" che da millenni continuano a modellare nei sentieri della tradizione verso le indefinite e complesse luci dell'innovazione.

I fischietti in terracotta, ricorda Armando Scuto nel catalogo dedicato alla mostra e realizzato dalla Scarampi Foundation, sono nati per caso da una sapiente amalgama di terra, acqua, fuoco ed aria ed hanno racchiuso, nei millenni che hanno provveduto al rito della loro fabbricazione, le molteplici valenze di oggetto d'uso comune, scaramantico, ludici, apotropaici, rituali, magici e, sempre plasmati dalla sapiente mano dell'uomo, un immaginario degno non solamente di essere guardato, ma toccato, accarezzato, portato alla bocca per ottenerne con un semplice soffio un fischio, perfetta imitazione del canto degli uccelli.

Questo nuovo linguaggio è stato capace di avvicin
are l'uomo alla natuta e di stabilirne un indissolubile legame, segno tangibile della sua presenza sulla terra.

Soffio magico, soffio vitale, ha accompagnato l'avventura dell'uomo dalle origini fino ad oggi, racchiudendo in sè lo spirito creativo del suo genio costruttore.


Legati alla civiltà contadina, pastorale e montana definitivamente abbabdonata e alla relazione con l'are religiosa, in un percorso di maturazione della stessa civiltà che liaveva creati, assunsero quasi esclusivamente il ruolo di giocattoli presenti su bancarelle delle fiere paesane e per secoli sono stati oggetto di desiderio di bambini.



La mostra è aperta fino al 23 settembre 2009. Luogo della mostra è l'Oratorio dell'Immacolata in Via Brofferio 10, San Giorgio Scarampi - Asti

Le foto dell'articolo nell'ordine si riferiscono a: La Copertina del Catalogo della mostra "Bacco ed i suoni dell'anima - Fischietto in terracotta di Onofrio Chieco - Fischietto di Fuga Mariano - Fischietto di Federico Bonaldi - Fischietto di Mangani Lisa - Fischietto di Serghej Birdan - Sono state gentilmente concesse da Armando Scuto





Approfondimento:
I collezionisti di ceramiche sonore
Armando Scuto


Armando Scuto, medico umanista vive a Cuneo e dedica gran parte del tempo libero alla ricerca ed allo studio delle varie espressioni artistiche legate alla tradizione popolare. In modo particolare si dedica al collezionismo di fischietti in terracotta in una ricerca storica ed antropologica del ruolo che un soggetto così povero e semplice ricopre nella storia delle tradizioni popolari di tutto il mondo. La sua è una collezione internazionale che comprende parecchie migliaia di esemplari che spaziano per continenti e civiltà in un lasso di tempo di almeno cinque millenni. Un "cuore di terra" che pulsa innanzi a qualsisasi espressione di tradizione popolare.
Ogni fischietto, costruito a stampo o interamente modellato a mano, egli sostiene essere un'opera che racchiude in sè poesia ed arte espresse dal genio costruttore con il complesso e millenario linguaggio della terra; graffiti di storia delle civiltà, fotogrammi di emozioni, tessere di cultura dei popoli che parlano della Dea Madre.
Armando Scuto è stato cofondatore di Anemos, associazione nata con lo scopo di riceracre, studiare e promuovere le ceramiche a fiato nel mondo e di cui ricopre il ruolo di Presidente. Autore di numerosi testi e realtore di conferenze sulle ceramiche sonanti, A. Scuto attualmente e alla ricerca di una possibile fruibilità del fischietto in terracotta nel designer di ogetti di uso quotidiano come un ritorno arcaico al forte valore protettivo all'interno delle mura domestiche.

Le informazioni presenti in questo articolo sono liberamente tratte dal Catalogo della mostra "Bacco ed i suoni dell'anima - Volumetto pubblicato dalla Scarampi Foundation .

1 commento:

angelo palumbo ha detto...

Complimenti Tina ... sempre attivissima

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

Ricerche maestre

Ricerche Maestre